Pagina 1 di 1

Ciao da una ex slackwariana

Inviato: gio ott 05, 2017 14:21
da Tigerwoman
Ciao, sono una vecchia utilizzatrice di Slackware, ho alternato questa distro con Opensuse negli anni.
Ne ho provate diverse, tra cui Debian (non amo Ubuntu e le derivate in genere, preferisco le distribuzioni originali).
Sono tentata di reinstallare Slackware e affiancarla eventualmente a Opensuse.
Ho dentro già una partizione contenente Windows 7.
Per il partizionamento restante, come dovrei procedere? Ovviamente, credo, a mano, fare una partizione ntfs e all'ultimo la swap da 2,5 gb? Il restante lo sistemerebbe Opensuse come ultima?
Grazie!

Re: Ciao da una ex slackwariana

Inviato: ven ott 06, 2017 10:19
da conraid
Ma ora che partizioni ci sono?
Se ho capito hai già windows e vuoi partizionare il restante spazio. Quindi perché ntfs?
Dipende poi da come vuoi usufruire dello spazio, se un'unica partizione /home da condividere tra slackware e suse oppure no. Come minimo ti servono 4 partizioni.
Windows, Slackware e Suse (queste due in ext4 o altro a tua scelta) e poi la swap. Se vuoi una /home condivisa
Windows, Slackware root, Suse root, /home e swap
altrimenti puoi suddividere ancora.

Io per esempio ne ho una ntfs dove c'è il ripristino windows, poi / (root), /home (che ho criptata), /opt/dati (ho dei dati condivisi anche qui criptati) e swap
Ma ho solo Slackware.

Io le farei prima dell'installazione di uno dei due, magari da una live, altrimenti in fase di installazione, sì.

Re: Ciao da una ex slackwariana

Inviato: ven ott 06, 2017 10:23
da ponce
Tigerwoman ha scritto:Ciao, sono una vecchia utilizzatrice di Slackware, ho alternato questa distro con Opensuse negli anni.
Ne ho provate diverse, tra cui Debian (non amo Ubuntu e le derivate in genere, preferisco le distribuzioni originali).

non per pignoleria, solo per chiarire: Suse e' una derivata di Slackware ;)

https://it.wikipedia.org/wiki/SUSE_Linux

Re: Ciao da una ex slackwariana

Inviato: ven ott 06, 2017 11:36
da Tigerwoman
ponce ha scritto:
Tigerwoman ha scritto:Ciao, sono una vecchia utilizzatrice di Slackware, ho alternato questa distro con Opensuse negli anni.
Ne ho provate diverse, tra cui Debian (non amo Ubuntu e le derivate in genere, preferisco le distribuzioni originali).

non per pignoleria, solo per chiarire: Suse e' una derivata di Slackware ;)

https://it.wikipedia.org/wiki/SUSE_Linux


Eh, lo so... Sai la nostalgia .

Re: Ciao da una ex slackwariana

Inviato: ven ott 06, 2017 12:09
da lablinux
purtroppo (per me) Slackware ha solo l'effetto nostalgia.
Per me, che uso il pc a casa sempre più raramente, lo voglio pronto all'uso e debian testing fa la sua parte. Parzialmente aggiornata e stabile.
Slackware, solo per tener aggiornato libreoffice e firefox è una "bagar".
Ripeto solo perché uso il pc raramente e quelle poche volte non voglio spendere tempo per gli aggiornamenti manuali (apt upadte && apt upgrade e nel mentre faccio altro).

Re: Ciao da una ex slackwariana

Inviato: ven ott 06, 2017 13:07
da Rama
da me Firefox si aggiorna con un clic: Aiuto/Informazioni;
forse perché non l'ho installato con un .txz ma scaricato il pacchetto da Mozilla e creato un link all'eseguibile in /usr/bin, ho fatto lo stesso con Thunderbird, così posso usarli con qls distro;

Re: Ciao da una ex slackwariana

Inviato: sab ott 07, 2017 0:20
da Bit
Da pochi giorni sono un felice utente della sempre amata e agognata Slackware, versione stable 14.2, e propio 10 minuti fa ho aggiornato Firefox seguendo le indicazioni che si trovano sul sito di Mozilla. Quindi niente .tzx, ma pacchetto scaricato da Mozilla e lanciato .sh
@ Rama
Uno dei primi "articoli" che ho letto in rete riguardo a Slackware (nel lontano 2009) era il tuo (ancora ti ringrazio :) ) e parlava della presunta "tosticità".
@Tigerwoman
Su un hard disk esterno ho installato OpenSuse Tumbleweed kde5 Plasma e trovo che come rolling finora non mi ha dato problemi.
@lablinux
Per anni ho usato Debian testing, Distro che ho amato ma dopo il passaggio (scellerato a mio parere) a systemd, me ne sono allontanato, sostituendola con Devuan Ascii,
che è la testing della "Debian" senza systemd.

Re: Ciao da una ex slackwariana

Inviato: sab ott 07, 2017 9:58
da Tigerwoman
Aggiorno: sul secondo portatile ho installato la Slack. E' bellissima, mi ricordavo tutti i passaggi per l'installazione. Il demone per la Rete (ora non ricordo come si chiama) c'è e funziona... Cosa fantastica, più di tutte: c'è l'automount, la scheda grafica interna ha la sua risoluzione giusta. E' leggerissimo.
Ancora devo finire di configurare, già ma cosa manca da configurare?? Impeccabile Slack, come sempre, da affiancare a Opensuse di nuovo magari.
Se ho problemi, scriverò nelle sezioni apposite.
Bentornata, Slackware!

Re: Ciao da una ex slackwariana

Inviato: mar ott 10, 2017 15:58
da ZeroUno
Bentornata in slackware.
Quale versione usavi prima?
Slackware ha fatto grandi passi rispetto a tanti anni fa in cui il riconoscimento hardware e non solo era quasi un incubo (a suo tempo ti salvavi uno screenshot da windows xp per capire che dispositivi avevi per andare poi a cercare i driver).

Re: Ciao da una ex slackwariana

Inviato: mer mar 28, 2018 5:29
da Meskalamdug
ponce ha scritto:
Tigerwoman ha scritto:Ciao, sono una vecchia utilizzatrice di Slackware, ho alternato questa distro con Opensuse negli anni.
Ne ho provate diverse, tra cui Debian (non amo Ubuntu e le derivate in genere, preferisco le distribuzioni originali).

non per pignoleria, solo per chiarire: Suse e' una derivata di Slackware ;)

https://it.wikipedia.org/wiki/SUSE_Linux

Esattamente.
All'inizio infatti erano identiche ,poi Suse dalla versione 2.nonricordo ha preso un altra strada.

p.s
Ottima distro comunque la Suse(non la opensuse,la Suse commerciale),peccato che costa,ma ho visto il desktop gnome3
(che ho sempre detestato): veloce,reattivo..curatissimo senza quegli orripilanti colori neri che lo fanno somigliare alla(orrida) interfaccia di Windows10