Installare Slackware senza l'ausilio del setup?

Area di discussione libera.

Moderatore: Staff

Regole del forum
1) Rispettare le idee altrui.
2) Evitare le offese dirette.
3) Leggere attentamente le risposte ricevute
4) Scrivere i messaggi con il colore di default, evitare altri colori.
5) Scrivere in Italiano o in Inglese, se possibile grammaticalmente corretto, evitate stili di scrittura poco chiari, quindi nessuna abbreviazione tipo telegramma o scrittura stile SMS o CHAT.
6) Appena registrati è consigliato presentarsi nel forum dedicato.

La non osservanza delle regole porta a provvedimenti di vari tipo da parte dello staff, in particolare la non osservanza della regola 5 porta alla cancellazione del post e alla segnalazione dell'utente. In caso di recidività l'utente rischia il ban temporaneo.
Rispondi
tedesfo83
Linux 0.x
Linux 0.x
Messaggi: 15
Iscritto il: ven 5 mag 2017, 23:10
Nome Cognome: marco favarotto
Slackware: 14.2
Kernel: 5.4.52
Desktop: kde

Installare Slackware senza l'ausilio del setup?

Messaggio da tedesfo83 »

Buonasera a tutti.
Come da titolo, ho questa cosa che mi ronza per la testa da giorni.
Capisco possa sembrare una domanda assurda, ma mi ciedo se sia possibile fare un installazione di Slackware senza l' ausilio del programma "setup", quindi da riga di commando?
La mia è una curiosità solo a puro scopo "didattico", se così si può dire.

Avatar utente
Rama
Linux 3.x
Linux 3.x
Messaggi: 554
Iscritto il: sab 29 mar 2008, 12:18
Slackware: 15.0 x86_64
Kernel: 5.15.117
Desktop: KDE 5.23
Distribuzione: linuxmint-21.1-xfce
Località: Novara, provincia

Re: Installare Slackware senza l'ausilio del setup?

Messaggio da Rama »

non capisco, l'installazione non è da shell?
o vuoi bypassare le scelte?
se non ricordo male puoi salvare le scelte in un file e usarlo per un'installazione successiva;
comunque penso si possa evitare di usare setup e andare avanti con installpkg, ma sarebbe un lavoraccio;

Avatar utente
joe
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3793
Iscritto il: ven 27 apr 2007, 11:21
Slackware: 15.0
Kernel: 5.15.38
Desktop: dwm

Re: Installare Slackware senza l'ausilio del setup?

Messaggio da joe »

Si può fare, ma se parliamo di installazione classica da CD/DVD non ha un'utilità.

Se invece volessi installare slackware su una nuova partizione, lavorando da una slackware già in uso come sistema corrente, allora la cosa ha più che senso.
Per lo scopo dopo aver formattato e montato la partizione obiettivo che ospiterà la nuova slackware, lanci un comando tipo il seguente:

Codice: Seleziona tutto

installpkg --root /chrootarget a/*.t?z ap/*.t?z d/*.t?z k/*.t?z l/*.t?z n/*.t?z x/*.t?z xap/*.t?z
Lo suggeriva anni fa anche AlienBob:
https://www.linuxquestions.org/question ... ot-825598/

Logicamente l'albero dei pacchetti slackware devi averlo scaricato in precedenza in locale, ad esempio facendo un rsync da un mirror, trovi una lista qui:

https://mirrors.slackware.com/mirrorlist/

Ci sono anche gli indirizzi del GARR, non garantisco su quanto siano aggiornati, ma dovrebbero però se ben ricordo erano molto veloci dall'Italia.

Il comando sopra, lo dovrai lanciare da dentro la "directory" "slackware", per capirci questa qui sotto:
https://slackware.mirror.garr.it/slackw ... ackware64/

che contiene le subdir delle varie serie a, ap, d, k, ecc...

Installato il malloppo, dovrai poi entrare nella nuova "root" con la procedura chiamata "chroot". Trovi una marea di info in merito. E una volta dentro devono configurarsi a mano le varie impostazioni, quello che fa automaticamente l'applicazione setup insomma. Mi pare che da lì dentro puoi addirittura lanciare il setup, saltando poi l'installazione dei pacchetti, la formattazione ecc ecc che hai già fatto prima a mano.

Prendila come una traccia, perché anche io non ricordo di preciso poi cosa serva fare così al volo. Ma avevo fatto in passato una cosa del genere, e se cerchi nei miei vecchi messaggi qui sul forum qualcosa spunterà sicuramente.

Alla fine la cosa ha un senso se ti annoti la procedura in uno script che automatizzi tutto. Del tipo, scelgo la partizione target, l'eventuale partizione di swap, la dir contenente i pacchetti scaricati dal mirror e premo invio. Alla fine voglio slackware installata nella partizione obiettivo e che sia anche avviabile (quindi prevedendo anche la modifica del bootloader o similare, ma questo passaggio forse è bene controllarlo anche a mano alla fine).

In questo modo puoi praticamente fare delle installazioni non presidiate che potrebbero tornare utili anche al di là di uno scopo puramente didattico.

tedesfo83
Linux 0.x
Linux 0.x
Messaggi: 15
Iscritto il: ven 5 mag 2017, 23:10
Nome Cognome: marco favarotto
Slackware: 14.2
Kernel: 5.4.52
Desktop: kde

Re: Installare Slackware senza l'ausilio del setup?

Messaggio da tedesfo83 »

Grazie per le risposte.
Capisco che la cosa possa avere poco senso. E da quello che capisco, bypassare l' automazione del setup, sembrerebbe una sorta d' installazione di Linux From Scratch.

La mia richiesta nasce dalla mia idea di capire come sta lavorando il setup, quali passaggi compie e come. E soprattutto se sono replicabili a manina.
Non ha una vera e propria utilità, se non quella magari di potersi installare una versione della distribuzione estremamente minimale step by step.

Magari sto dicendo una marea di cavolate, ho ancora parecchie lacune in campo gnu/linux.

Grazie @joe per la guida, davvero molto interessante.

Avatar utente
ponce
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3026
Iscritto il: mer 5 mar 2008, 16:45
Nome Cognome: Matteo Bernardini
Slackware: slackware64-current
Kernel: 6.6.16
Desktop: lxde
Località: Pisa
Contatta:

Re: Installare Slackware senza l'ausilio del setup?

Messaggio da ponce »

in questo caso puoi dare un'occhiata agli script di setup cosi' come sono inclusi nell'initrd dell'installer (scompattati, per comodita', nel repository git non ufficiale di Alien Bob)

https://git.slackware.nl/current/tree/s ... /lib/setup

per esempio, per buttare giu' il template Slackware per creare un container lxc, io ho fatto riferimento allo script principale, "setup" (il template per lxc e' anche quello uno script bash).

Avatar utente
joe
Iper Master
Iper Master
Messaggi: 3793
Iscritto il: ven 27 apr 2007, 11:21
Slackware: 15.0
Kernel: 5.15.38
Desktop: dwm

Re: Installare Slackware senza l'ausilio del setup?

Messaggio da joe »

tedesfo83 ha scritto:
ven 29 mar 2024, 7:17
una sorta d' installazione di Linux From Scratch.
Be' c'è parecchia differenza, se ben ricordo linux from scratch prevede la costruzione del sistema da zero, partendo dalla compilazione dei sorgenti fin dai primi pacchetti di base del sistema. Slackware è un sistema già pronto, e credo di non sbagliare troppo se aggiungo che a dirla tutta è anche pensato da Pat per essere installato in "full mode", ovvero prendi tutti i pacchetti ufficiali e li installi in blocco. Se modifichi qualcosa, sei "solo", o meglio non hai più la relativa sicurezza di avere a che fare con un sistema testato e rilasciato dopo vari controlli. Poi nella pratica alcuni pacchetti è comune modificarli e ricompilarli, vedi ad esempio ffmpeg, per attivare alcuni codec. Ma parliamo già di pacchetti di alto livello, non delle "fondamenta" del sistema... lì è meglio lasciar fare a Pat. Poi dipende sempre dallo scopo eh, ma se vuoi dilettarti con la costruzione di un sistema linux da zero, credo che sia meglio dirigersi verso linux from scratch.
La mia richiesta nasce dalla mia idea di capire come sta lavorando il setup, quali passaggi compie e come. E soprattutto se sono replicabili a manina.
Sì questo si può fare, come suggeriva Ponce, puoi partire dagli script di setup.
Non ha una vera e propria utilità, se non quella magari di potersi installare una versione della distribuzione estremamente minimale step by step.
Questo scopo purtroppo non è così banale come sembra: il fatto che Slackware non contempli un controllo intrinseco delle dipendenze tra i pacchetti ufficiali fa sì che installare un sistema non completo o ancor peggio, "minimale", possa portare ad avere poi un sistema non perfettamente funzionante, o comunque, non affidabile perché non rilasciato con quello scopo.
Anni addietro c'era anche un topic sulla questione su LinuxQuestions. Si parlava di fare la lista dei pacchetti strettamente necessari per mettere in piedi il sistema funzionante, e se ben ricordo, anche di quali set di pacchetti per ottenere ulteriori funzionalità (ad esempio le funzionalità di rete, la sessione grafica ecc...). Però non era niente di ufficiale ecco.

Altri sistemi come Arch o Debian, che prevedono un controllo dipendenze tra i pacchetti, sono pensate per installazioni modulari, quindi minimali o comunque personalizzate, e in teoria il tutto dovrebbe funzionare. Invece come dicevo Slackware è rilasciata as is, se fai un'installazione completa dovrebbe funzionare "tutto", se invece ometti dei pacchetti sei lasciato alla tua competenza nella scelta, devi sapere cosa stai facendo. Sicuramente non banale e non predisposto automaticamente come può essere una netinstall di Debian ad esempio.

tedesfo83
Linux 0.x
Linux 0.x
Messaggi: 15
Iscritto il: ven 5 mag 2017, 23:10
Nome Cognome: marco favarotto
Slackware: 14.2
Kernel: 5.4.52
Desktop: kde

Re: Installare Slackware senza l'ausilio del setup?

Messaggio da tedesfo83 »

Grazie a tutti per i vari consigli.
Ora appena riesco a ritagliarmi del tempo provo a studiare la cosa.
Se avrò altre domande in merito, se non è un problema, sfrutterò questa discussione.

Rispondi