Pagina 1 di 1

Software e politica. Il caso ucraina

Inviato: dom 9 feb 2014, 10:01
da conraid
Sono stato assente un po', mi son perso la discussione con masalapianta sulla politica in questo forum. So che è un argomento tabù, ma siamo sicuri che è slegato al software?
Stamani cercavo aggiornamenti dei vari software, e cercandoli di q4wine son capitato qui
http://q4wine.brezblock.org.ua/
con il "bel" messaggio
Sorry

Due to the new 'dictatorship' laws it is impossible for Free/Open software to exists on the territory of Ukraine.

This site and all my projects are closed for now. Have nice day.
Mentre in ucraina due fascismi si stanno contrastando in modi violenti, innocui progetti software sono costretti a chiudere.

Re: Software e politica. Il caso ucraina

Inviato: dom 9 feb 2014, 20:53
da pino
Ma i grandi mezzi di informazione europea descrive uno dei due fascismi come "opposizione democratica"

Re: Software e politica. Il caso ucraina

Inviato: lun 10 feb 2014, 14:34
da deskui
probabilmente i due fascismi sono l'attuale governo+putin da una parte e la "simpatica" UE dall'altra...

Re: Software e politica. Il caso ucraina

Inviato: lun 10 feb 2014, 14:37
da navajo
Vi prego... [-o< [-o< [-o< [-o<

Re: Software e politica. Il caso ucraina

Inviato: lun 10 feb 2014, 15:01
da d4z_c0nf
navajo ha scritto:Vi prego... [-o< [-o< [-o< [-o<
Posso chiedere quale sia il problema del parlare di politica?
I soci dell'associazione, il presidente, o il titolare del sito che ospita questo forum rischiano qualcosa?

Re: Software e politica. Il caso ucraina

Inviato: lun 10 feb 2014, 19:26
da ZeroUno
d4z_c0nf ha scritto:rischiano qualcosa?
si, i flame.
La politica é importante, é vero, e la mia avversità non é giustificata, lo ammetto.
Ma qualsiasi discussione sulla politica che io abbia mai visto o sentito non é mai stato un dialogo ma un monologo in quanto ognuno pretende di presentare le proprie idee come verità assolute invece che come propria opinione, e si finisce inevitabilmente nel disprezzo delle opinioni altrui che invece vanno sempre rispettate. Così ogni discorso in questo verso degenera in un flame sterile.

I flame possono formarsi anche in discorsi tecnici, non sto dicendo che la politica sia l'unico neo nero. Anche l'opensource tira fuori parecchi flame.

Infatti la politica può essere tollerata. I flame no.

Infatti l'altra discussione é stata chiusa dopo una decina di pagine

Re: Software e politica. Il caso ucraina

Inviato: lun 10 feb 2014, 19:41
da d4z_c0nf
ZeroUno ha scritto:
d4z_c0nf ha scritto:rischiano qualcosa?
si, i flame.
La politica é importante, é vero, e la mia avversità non é giustificata, lo ammetto.
Ma qualsiasi discussione sulla politica che io abbia mai visto o sentito non é mai stato un dialogo ma un monologo in quanto ognuno pretende di presentare le proprie idee come verità assolute invece che come propria opinione, e si finisce inevitabilmente nel disprezzo delle opinioni altrui che invece vanno sempre rispettate. Così ogni discorso in questo verso degenera in un flame sterile.

I flame possono formarsi anche in discorsi tecnici, non sto dicendo che la politica sia l'unico neo nero. Anche l'opensource tira fuori parecchi flame.

Infatti la politica può essere tollerata. I flame no.

Infatti l'altra discussione é stata chiusa dopo una decina di pagine
La mia domanda era "tecnica". Perché se c'è un rischio vero per i soggetti suddetti allora concordo nel "vietare" discussioni politiche. Altrimenti non so, mi sembra solo un problema di gestione di eventuali flame che, come tu hai ben ricordato, possono nascere per qualsiasi ragione, benché in misura minore (sempre procedendo in maniera induttiva).

Re: Software e politica. Il caso ucraina

Inviato: lun 10 feb 2014, 20:15
da ZeroUno
a meno che non ti metti ad organizzare attentati direi di no, niente rischi.

Re: Software e politica. Il caso ucraina

Inviato: lun 10 feb 2014, 20:21
da d4z_c0nf
ZeroUno ha scritto:a meno che non ti metti ad organizzare attentati direi di no, niente rischi.
Bene :D
Vedo anche che non c'è più la regola che vieta di parlare di politica.
Potrebbe anche tornare masalapianta...
Altrimenti propongo di vietare a conraid l'utilizzo del suo attuale avatar.
Conraid tu come la vedi? :D

Re: Software e politica. Il caso ucraina

Inviato: lun 10 feb 2014, 20:39
da navajo
Per rispetto di masalapianta, e al regolamento che vieta di parlare di religione e politica, chiudo.