Pagina 1 di 2

Grub al posto di Lillo [Risolto]

Inviato: gio 8 set 2022, 15:24
da lablinux
Buongiorno a tutto il forum.
Ho un dubbio, è possibile selezioanre Grub in fase di installazione al posto di Lillo? Oppure va configurato dopo?

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: gio 8 set 2022, 16:48
da ponce
no, si puo' selezionare solo Greg al posto di Lillo.

a parte gli scherzi no davvero, se vuoi grub devi farlo una volta finito il processo di installazione, facendo chroot nel sistema installato e poi facendo quello che e' spiegato qui.

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: gio 8 set 2022, 20:19
da py67
ponce ha scritto:
gio 8 set 2022, 16:48
no, si puo' selezionare solo Greg al posto di Lillo.
qui.
:D :D =D> =D>

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: ven 9 set 2022, 12:15
da lablinux
ponce ha scritto:
gio 8 set 2022, 16:48
no, si puo' selezionare solo Greg al posto di Lillo :lol: :lol: :lol:

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: ven 9 set 2022, 20:33
da Rama
se non hai esigenze particolari che richiedano grub perché vuoi farti male?
lilo tutta la vita: ad es. se compili un nuovo kernel ti basta editare /etc/lilo.conf (facendone una copia di sicurezza facilmente riattivabile) e poi dare # lilo -v;
grub è invece (per me, naturalmente) un incubo;

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: ven 9 set 2022, 22:10
da joe
Se compili un kernel nuovo è sufficiente nominarlo in modo opportuno e coerente con quello che richiama il grub.cfg.
Con qualche link simbolico si può configurare tutto senza toccare i file di configurazione.
Comunque non è che sia niente di ché configurare grub, solo che probabilmente in giro è spiegato un po' difficile.
La "scatola nera" che non si sa cosa combini sta probabilmente nel "grub mkconfig", il comando che va a generare il file di configurazione grub.cfg. Quel comando infatti richiama diversi script, tra cui ve ne sono alcuni che cercano di automatizzare la ricerca dei kernel e delle initrd, e a volte cannano anche.
L'utente che sa quello vuole fare, li può disabilitare. Si crea i propri script che altro non sono che delle sezioni tipo quelle di lilo, solo mesa una per ogni file.

In pratica hai un kernel nuovo?
Scrivi lo script copiando uno relativo ad una voce del menu già presente, ma cambiando ovviamente i nomi dei files che richiama.
Poi lanci "grub mkconfig" e generi il grub.cfg comprensivo della nuova voce.

Troppo complicato? Potrebbe essere un po' più complicato in effetti rispetto alla prassi di lilo, allora volendo puoi anche editare direttamente il grub.cfg, copiando una sezione già presente e modificandola opportunamente (nome kernel e nome initrd nuova) come si faceva con lilio appunto. L'unica attenzione è farsi sempre un backup di questo grub.cfg, in modo che se un domani ti scordassi e lo rigenerassi rasandoti quello buono, avresti il backup e puoi ripristinare tutto senza problemi.

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: sab 10 set 2022, 13:53
da Rama
basta modificare grub.cfg?
se sì è più semplice di lilo, si evita il # lilo -v;

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: sab 10 set 2022, 14:25
da joe
Precisamente.
Ma c'è un però...

Quando lanciavi/lanci "lilo -v", effettivamente lilo andava ad installarsi nel MBR. E lì rimaneva funzionante al di là di quello che accadeva al sistema operativo da cui lo avevi lanciato. Rimaneva anche funzionante anche togliendo il sistema.
Invece grub installa un eseguibile nella prima parte del disco, ma poi va ancora a cercare il file di configurazione grub.cfg, ne ha bisogno in fase di boot per capire come è fatto il disco. Questo implica che se tu togli il SO e con esso elimini il grub.cfg, ecco che va a ramengo tutto il boot, compreso quello degli eventuali sistemi gestiti da grub in multiboot.

In soldoni lilo aveva tutto nel MBR. Preservando quest'ultimo avviavi sempre. Invece grub ha bisogno del grub.cfg messo da qualche parte nel disco, e devi preservare sia la prima parte del disco che il file system che contiene grub.cfg (più eventuali suoi altri files moduli e robe varie di cui ha bisogno).

Secondo me non ci sono tante scorciatoie, per capirci di più meglio leggersi questo:
https://www.gnu.org/software/grub/manual/grub/grub.html

Anche perché come strutturare il partizionamento (GPT o no) e quale tipo di gestione bios (UEFI o no) influenzano la configurazione. Cioè ci sono diversi casi e mi pare il documento migliore per capire come gestire quello che ci interessa.
Ciao!

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: sab 10 set 2022, 20:34
da Rama
ok, mi tengo lilo ;-P

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: lun 12 set 2022, 9:34
da lablinux
Rama ha scritto:
ven 9 set 2022, 20:33
se non hai esigenze particolari che richiedano grub perché vuoi farti male?
lilo non è più mantenuto e quindi rischi che se trovano un bug li rimane. In oltre tutte le altre distro sono passate a grub (non ne conosco alte con lilo).

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: lun 12 set 2022, 11:40
da Rama
scrivo lilo ma credo sia elilo che viene usato durante l'installazione una volta rilevate le partizioni uefi;
in realtà è grub che uso: ho messo su la Debian come distro di scorta e visto che aveva rilevato la Slack gli ho detto di procedere;
quando ho compilato il kernel mi è bastato modificare lilo.conf e dare lilo -v: è un comando anche di elilo?
ora ho visto che ho installati sia lilo che elilo;
visto l'incasinamento forse è meglio che labilinux segua i consigli di altri ;-P

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: lun 12 set 2022, 14:26
da lablinux
niente uefi, vecchio i7 (uno dei primi, fondamentalmente una stufa con cpu).
In realtà nel bios ha una voce uefi, ma per non saper ne leggere ne scrivere è stata sempre disabilitata.

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: lun 12 set 2022, 20:45
da joe
Con BIOS impostato su "Legacy" o su macchine che non supportano UEFI hai due strade in fase di partizionamento del disco:

1- fai come una volta con MBR e vecchia tabella delle partizioni (max 4 primarie e altre limitazioni su dimensione grosse partizioni mi pare). In questo caso puoi usare sia Lilo che Grub.

2- Scegli tabella in formato GPT (non hai più limitazioni col numero di partizioni ecc... le nuove versioni di fdisk e credo anche cfdisk non hanno problemi a creare e gestire tabella di questo tipo ). In questo caso però Lilo non va bene perché non supporta GPT, ecco che devi utilizzare per forza qualcos'altro, io ho scelto GRUB e hai ragione, l'installazione via wizard di slack non è prevista, sicuramente è un po' più complicato di prima ma la guida che ti hanno linkato spiega bene come fare, alla fine non è niente di ché).

Riguardo ad Elilo non ne so nulla. Probabilmente riesce a gestire anche la situazione legacy bios + GPT, ma non ne sono sicuro, non vorrei che richiedesse per forza UEFI. In quel caso dovresti prevedere tabella GPT, ma il partizionamento sarà leggermente diverso in quanto avrai bisogno per lo meno della partizione EFI in cui GRUB o Elilo andranno a piazzare il loro loader. Per quanto riguarda Grub mi ripeto, è tutto spiegato piuttosto bene nella documentazione al link che ho messo sopra, si vede come funziona sotto il cofano e dove e come si va ad installare nel disco. Elilo immagino sia molto più semplice.

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: mar 13 set 2022, 11:36
da lablinux
Grazie a tutti

Re: Grub al posto di Lillo

Inviato: gio 22 set 2022, 23:57
da hashbang
lablinux ha scritto:
lun 12 set 2022, 9:34
Rama ha scritto:
ven 9 set 2022, 20:33
se non hai esigenze particolari che richiedano grub perché vuoi farti male?
lilo non è più mantenuto e quindi rischi che se trovano un bug li rimane. In oltre tutte le altre distro sono passate a grub (non ne conosco alte con lilo).
Onestamente parlando, che bug vuoi che si trovino su un bootloader minimale come LILO? È più facile che si trovino in quella spaghettata di script orrendi di GNU GRUB.
E anche qualora ci fossero, il bootloader in un ambiente IOS/MBR è offline, quindi l’unica vulnerabilità sfruttabile sarebbe in locale. Ma se sei in locale non ti salva praticamente nulla. 😃

Alla fine, dato che hai un firmware BIOS, se non hai esigenze particolari sconsiglio caldamente di complicarti la vita con GRUB.